Comitato Cittadini Sicurezza Mozzo
comitato promotore cittadini per lo sviluppo del senso civico nazionale

Mar
13

“Siamo i tecnici del gas”, ma truffano anziani. Denunciati due trentenni.

“Io non pago assolutamente nulla. Voglio una ricevuta. Posso sapere chi siete? Mostratemi un documento”. Alle richiesta insistenti dell’89enne i due sono fuggiti, ma l’anziano si è improvvisato detective ed ha preso la targa dell’auto nera sulla quale fuggivano i due sedicenti tecnici del gas.

Feb
28

Cerca di fermare i ladri col piccone ma il 75enne viene preso a sprangate – Cronaca – L'Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Feb
28

Ponte San Pietro – Ladri scoperti a rubare a Sorisole Inseguiti, si schiantano a Ponte S. Pietro – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia | Ponte San Pietro News.

A dare l’allarme un vicino di casa che ha allertato le forze dell’ordine e dato così via a un inseguimento a tutta velocità per le strade della provincia bergamasca. La vicenda risale alla serata di mercoledì 27 febbraio: a Sorisole l’uomo si è accorto di strani movimenti in una casa della sua via, notando in particolare la presenza di una Bmw Serie 1 di colore bianco uscire dall’abitazione con a bordo due persone sospette.

Nov
22

«Ci fai fare una telefonata» Via il cellulare, e lo picchiano – Cronaca – L'Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

«È molto urgente, ci faresti fare una telefonata». L’altruistica risposta di un 24enne di Bergamo gli è costata il furto del telefonino. Ha anche cercato di inseguire i ladri che, per tutta risposta, si sono fermati e lo hanno picchiato.

Tutto è avvenuto mercoledì pomeriggio intorno alle 16 in via Goethe a Bergamo, nella zona di Loreto. Il giovane stava armeggiando con il suo cellulare quando gli si sono avvicinati in due, un italiano e un marocchino.

Lo hanno convinto che quella telefonata era davvero urgente. Ma quando il 24enne ha consegnato il cellulare, sono scappati. Il proprietario non si è perso d’animo e si è messo all’inseguimento.

Ma ad un certo punto i ladri si sono fermati, lo hanno bloccato e malmenato. Poi lo hanno lasciato lì, dolorante. È stata chiamata la polizia e una pattuglia è intervenuta perlustrando anche tutta la zona.

Dei due complici nessuna traccia. Ora si sta cercando di identificarli dalla descrizione fornita: su di loro pende l’accusa di rapina e percosse.

Nov
22

“Scusi signora, sono un agente della polizia locale. Stiamo verificando le abitazioni perché abbiamo avuto segnalazioni di furti in appartamenti”. Con queste parole si è presentato mercoledì sera alle 19.30 sul pianerottolo del condominio a una signora 79enne residente in viale Giulio Cesare a Bergamo.

La donna che stava uscendo ha rimesso la chiave nella serratura ed ha aperto al sedicente agente. Quanto però in casa ha visto l’uomo staccare un quadro dalla parete dicendo che erano stati i ladri, la donna ha compreso che quella era una truffa.

Sangue freddo, coraggio e determinazione hanno fatto il resto: la donna ha urlato, intimando all’uomo di andarsene. Visto l’atteggiamento della 79enne il truffatore si è dileguato per le scale del condominio, mentre la donna ha subito chiamato la polizia. Sul posto è arrivata una volante che ha controllato l’abitazione e tranquillizzato l’anziana.

La donna ha ringraziato gli agenti: proprio un anno fa aveva seguito un corso della Polizia di Stato contro le truffe agli anziani.

viaSedicente vigile, tenta una truffa. Ma la 79enne non ci casca.

Nov
21

Via Fermi: finti tecnici Telecom truffano un'anziana in casa – Cronaca – L'Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Ennesima truffa ai danni di un’anziana. È successo martedì 20 novembre a Bergamo, in via Fermi, dove una coppia di truffatori ha ingannato una 80enne facendole credere di essere della Telecom. Si sono volatilizzati gioielli e 50 euro.

Nov
20

La barista anti slot ha rilevato il locale nel 1987 e ha ancora un mutuo da pagare. «A me piace fare i caffè, parlare con i clienti. Non voglio più avere a che fare con chi è convinto che il denaro per vivere arriva da quegli apparecchi».

Il «silenziatore» è stato messo un mese fa. Una decisione che sta già costando cara alla titolare perché le slot incassavano 40-50 mila euro al mese e il 6 per cento (1.500 euro ogni quindici giorni) andava a lei. Una decisione che in futuro potrebbe costarle ancora di più: il contratto scade nel 2015 ed è probabile che la concessionaria si farà sentire. «Che danni avrò? Non lo so. Mi dicevano che non potevo recedere». Ma intanto il Comune, impegnato in una crociata contro le slot, ha deciso che premierà la barista. «Ha fatto un gesto coraggioso – dice il vicesindaco Carlo Malvezzi – che può essere un esempio per tutti i suoi colleghi».

viaLa barista «pentita» che ha spento le slot: «In troppi si rovinano» – Corriere.it.

Nov
17

Non solo per strada o a casa propria si rischia di restare invischiati nella rete di chi promette insperate fortune. Federconsumatori segnala i continui tentativi di carpire la credulità della gente da parte di personaggi privi di ogni scrupolo. «Alla nostra associazione arrivano frequentemente richieste di rassicurazioni da parte di persone che ricevono tramite posta elettronica richieste di aiuto – spiega l’associazione -. È molto probabile, e auspicabile, che la maggior parte della gente reputi talmente evidente l’assurdità di tali lettere da “ignorarle”, ma internet è in mano anche a persone ingenue e credulone, o semplicemente in condizioni di debolezza, per questo Federconsumatori ritiene utile sollevare il problema e mettere in guardia da tentativi di truffa».

viaPericolo truffe anche sul web Federconsumatori lancia l’allarme – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Nov
16

Giovane spacciatore bloccato a Borgo Palazzo | Bergamosera.

Nov
16

«Sto male dov'è il bagno?» Anziano truffato: via 8 mila euro – Cronaca – L'Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.